Fagiolo

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Per altri usi, vedere Bean (disambiguazione).

Fagiolo
Fagioli Caparron
Classificazione scientifica
Regno: Plantae
clade: angiosperme
clade: Eudicotiledoni
clade: Rosids
Ordine: Fabales
Famiglia: Fabaceae
Subtribe: Phaseolinae
Genere: Phaseolus
(L.) Mill

Fagiolo
Fagioli adzuki
Classificazione scientifica
Regno: Plantae
clade: angiosperme
clade: Eudicotiledoni
clade: Rosids
Ordine: Fabales
Famiglia: Fabaceae
Subtribe: Phaseolinae
Genere: Vigna
(L.) Mill
Fagiolo secco "Painted Pony" (Phaseolus vulgaris)
Pianta di fagioli
Fagioli e piantaggine

Un fagiolo è un seme di uno dei diversi generi delle Fabaceae della famiglia delle piante da fiore, che vengono utilizzate per il cibo umano o animale.

Terminologia

La parola "fagiolo" e i suoi affini germanici (ad es. Bohne) sono esistiti nell'uso comune nelle lingue della Germania occidentale sin dal XII secolo,[1] riferendosi a fave e altri semi a bacca. Questo era molto prima del genere New World Phaseolus era conosciuto in Europa. Dopo il contatto dell'era colombiana tra l'Europa e le Americhe, l'uso della parola è stato esteso ai semi di baccello Phaseolus, come il fagiolo comune e il fagiolo rampicante e il genere correlato Vigna. Il termine è stato a lungo applicato in generale a molti altri semi di forma simile,[1][2] come soia del Vecchio Mondo, piselli, ceci (ceci), altre vecce e lupini, e anche a quelli con rassomiglianze più sottili, come chicchi di caffè, baccelli di vaniglia, semi di cacao e semi di cacao. Quindi il termine "fagiolo" nell'uso generale può significare una schiera di specie diverse.[3]

I semi chiamati "fagioli" sono spesso inclusi tra le colture chiamate "legumi" (legumi),[1] anche se un senso più ristretto di "impulsi" prescrive la parola per le colture di leguminose raccolte per il loro grano secco. Il termine fagiolo di solito esclude i legumi con semi minuscoli e che sono usati esclusivamente per foraggio, fieno e insilati (come trifoglio e erba medica). Secondo la Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite il termine fagiolo dovrebbe includere solo le specie di Phaseolus; tuttavia, far rispettare tale prescrizione si è dimostrata difficile per diverse ragioni. Uno è che in passato, diverse specie, tra cui Vigna angularis (fagiolo adzuki), mungo (grammo nero), radiata (grammo verde), e aconitifolia (fagiolini), sono stati classificati come Phaseolus e successivamente riclassificato. Un altro è che non sorprende che la prescrizione di limitare l'uso della parola, poiché cerca di sostituire i sensi più antichi della parola con una più nuova, non è mai stata seguita in modo coerente nell'uso generale.

Coltivazione

Fagioli di campo (fave, Vicia faba), pronto per la mietitura

A differenza del pisello strettamente correlato, i fagioli sono una coltura estiva che ha bisogno di temperature calde per crescere. La maturità è in genere di 55-60 giorni dalla semina alla raccolta.[4] Quando i bean bean maturano, diventano gialli e si asciugano, e quelli all'interno cambiano dal verde al loro colore maturo. Come una vite, le piante di fagioli hanno bisogno di un supporto esterno, che può essere fornito sotto forma di speciali "gabbie di fagioli" o pali. I nativi americani li coltivavano abitualmente insieme a mais e zucca (le cosiddette Tre sorelle)[5]con gli alti steli di grano che fungono da supporto per i fagioli.

In tempi più recenti, è stato sviluppato il cosiddetto "fagiolo cespuglio" che non richiede supporto e ha tutti i suoi baccelli che si sviluppano simultaneamente (a differenza dei fagioli polari che si sviluppano gradualmente).[6] Questo rende il fagiolo più pratico per la produzione commerciale.

Storia

Il Beaneater (1580-90) di Annibale Carracci
Fagioli cotti su pane tostato

I fagioli sono una delle piante coltivate più a lungo. Le fave, dette anche fave, allo stato selvatico delle dimensioni di una piccola unghia, erano raccolte in Afghanistan e ai piedi dell'Himalaya.[7] In una forma migliorata da tipi naturali, sono stati coltivati ​​in Thailandia dall'inizio del VII millennio aC, prima della ceramica.[8] Sono stati depositati con i morti nell'antico Egitto. Non fino a quando il secondo millennio aC si coltivò, le fave a seme grosso comparvero nell'Egeo, nell'Iberia e nell'Europa transalpina.[9] Nel Iliade (VIII secolo aC) è una menzione che passa di fagioli e ceci gettati sull'aia.[10]

I fagioli erano un'importante fonte di proteine ​​per tutta la storia del Vecchio e del Nuovo Mondo, e lo sono ancora oggi.

I fagioli domestici più antichi conosciuti nelle Americhe sono stati trovati nella grotta di Guitarrero, un sito archeologico in Perù, e datati intorno al II millennio aC.[11] Tuttavia, analisi genetiche del fagiolo comune Phaseolus mostra che ha avuto origine in Mesoamerica, e successivamente si è diffuso a sud, insieme a mais e zucca, colture tradizionali da compagnia.[12]

La maggior parte dei tipi comunemente mangiati freschi o secchi, quelli del genere Phaseolus, venuto originariamente dalle Americhe, visto per la prima volta da un europeo quando Cristoforo Colombo, durante la sua esplorazione di quelle che potrebbero essere state le Bahamas, le ha trovate crescere nei campi. Cinque tipi di Phaseolus i fagioli erano addomesticati[13] dalle popolazioni precolombiane: fagioli comuni (Phaseolus vulgaris) coltivate dal Cile nella parte settentrionale di quelli che oggi sono gli Stati Uniti, e i fagioli di lima e sieva (Phaseolus lunatus), così come i tepari meno diffusi (Phaseolus acutifolius), fagioli scarlatti (Phaseolus coccineus) e semi di polyanthus (Phaseolus polyanthus)[14] Un uso particolarmente famoso di fagioli di popolazioni precolombiane a nord della costa atlantica è il metodo delle "Tre sorelle" per la coltivazione di piante da compagnia:

Nel Nuovo Mondo molte tribù coltiverebbero fagioli insieme a mais (mais) e zucca. Il grano non verrebbe piantato in file come fa l'agricoltura europea, ma in una scacchiera / esagono attraverso un campo, in zone separate da uno a sei gambi ciascuna.
I fagioli sarebbero stati piantati intorno alla base degli steli in via di sviluppo, e si sarebbero fatti strada mentre gli steli crescevano. Tutti i fagioli americani a quel tempo erano piante di vite, "fagioli" essendo stati allevati solo più recentemente. I granai avrebbero funzionato come un traliccio per i fagioli, e i fagioli avrebbero fornito l'azoto tanto necessario per il mais.
Lo squash verrebbe piantato negli spazi tra i campi di grano sul campo. Sarebbero stati forniti al riparo dal sole dal mais, avrebbero oscurato il terreno e ridotto l'evaporazione, e avrebbero dissuaso molti animali dall'attaccare il grano ei fagioli perché le loro viti grossolane e pelose e le foglie larghe e rigide sono difficili o scomode per gli animali come come cervi e procioni da attraversare, corvi per atterrare, ecc.

I fagioli secchi provengono sia dalle varietà del Vecchio Mondo delle fave (fave) sia dalle varietà del Nuovo Mondo (rene, nero, mirtillo, pinto, marina / fagiolo).

I fagioli sono una pianta eliotropica, il che significa che le foglie si inclinano durante il giorno per affrontare il sole. Di notte, entrano in una posizione di "sonno" piegata.

tipi

Attualmente, le banche genetiche del mondo contengono circa 40.000 varietà di fagioli, anche se solo una frazione viene prodotta in serie per il consumo regolare.[15]

Fagioli, medi, in scatola, senza zucchero
Valore nutrizionale per 100 g (3,5 once)
Energia 334 kJ (80 kcal)
carboidrati
10,5 g
Grasso
0,5 g
Proteina
9,6 g
  • unità
  • μg = microgrammi • mg = milligrammi
  • UI = unità internazionali
Le percentuali sono approssimativamente approssimative usando le raccomandazioni statunitensi per gli adulti.

Alcuni tipi di bean includono:

  • Vicia
    • Vicia faba (fava o fava)
Vicia faba o fave, conosciute negli Stati Uniti come fave
  • Phaseolus
    • Phaseolus acutifolius (fagiolo tepary)
    • Phaseolus coccineus (fagiolo rampicante)
    • Phaseolus lunatus (fagiolo di Lima)
    • Phaseolus vulgaris (fagiolo comune, include il fagiolo, il fagiolo, il fagiolo nero, il fagiolo Appaloosa e fagiolini e molti altri)
    • Phaseolus polyanthus (Anche noto come P. dumosus, riconosciuto come specie separata nel 1995)
  • Vigna
    • Vigna aconitifolia (tignola)
    • Vigna angularis (fagiolo adzuki)
    • Vigna mungo (fagiolo di urad)
    • Vigna radiata (fagiolo verde)
    • Vigna sotterranea (Fagiolo o fagiolo di Bambara)
    • Vigna umbellata (Ricebean)
    • Vigna unguiculata (fagiolo dall'occhio, include anche il pisello dagli occhi neri, fagiolo yardlong e altri)
  • Cicer
    • Cicer arietinum (ceci o ceci)
  • Pisum
    • Pisum sativum (pisello)
  • Lathyrus
    • Lathyrus sativus (Pisello indiano)
    • Lathyrus tuberosus (pisello tuberoso)
  • lente
    Lenticchie
    • Lens culinaris (lenticchia)
  • Lablab
    • Lablab purpureus (fagiolo Giacinto)
Fagioli di Giacinto
4.8
5
13
4
1
3
2
2
3
1
1